Fermenti Lattici e Difese Naturali

>>Fermenti Lattici e Difese Naturali

Fermenti Lattici e Difese Naturali

Assicurare il benessere di tutto l’organismo

Cos’è la flora batterica

La flora batterica è costituita da circa 400-500 specie di batteri, ospitati nell’intestino crasso.
Noi, in effetti, siamo la casa di miliardi di micro-organismi, l’equivalente di dieci volte l’intero numero di cellule che costituiscono il corpo umano.
Sebbene alcuni microrganismi possano risultare potenzialmente dannosi, la maggior parte di essi sono necessari e giocano un ruolo essenziale nell’influenzare lo stato di salute e benessere, non solo del colon ma anche dell’intero organismo.
L’equilibrio tra le differenti specie batteriche e il mantenimento di livelli ottimali di flora batterica rappresentano il fattore chiave determinante lo stato di salute organismo ospite.

La sua funzione: la prima linea di difesa naturale

La flora intestinale funge da barriera contro la colonizzazione da parte di batteri dannosi o patogeni.

Per questo motivo può essere considerata la prima linea di difesa naturale dell’intestino attraverso i meccanismi seguenti:

  • Interviene nei processi digestivi, controllando la produzione dei gas intestinali e il metabolismo delle vitamine introdotte con gli alimenti;
  • Partecipa alla sintesi delle vitamine;
  • Costituisce una vera e propria barriera di protezione nei confronti delle aggressioni portate al tratto digerente da batteri o virus nocivi o da tossine mediante i meccanismi seguenti:
    • La flora batterica compete con i batteri patogeni per i nutrienti presenti in quantità limitate nel tratto gastrointestinale;
    • La flora batterica previene l’adesione dei patogeni alla parete intestinale;
    • La flora batterica crea un ambiente sfavorevole per i microrganismi patogeni, per es. creazione di un ambiente acido;
    • La flora batterica produce sostanze tossiche per i batteri patogeni

Lo squilibrio della flora batterica

I sintomi che con maggior frequenza possono evidenziare una alterata funzionalità dell’intestino conseguente allo squilibrio della flora batterica intestinale, sono la sensazione di gonfiore addominale, i dolori e la diarrea.

Possono comparire dopo l’assunzione di un particolare alimento, dopo un viaggio in un paese tropicale o in seguito a terapia antibiotica. Stress, alimentazione sbagliata, aria inquinata hanno effetti fortemente distruttivi sulla flora batterica, con diminuzione dei batteri “amici”, in particolare Lattobacillus Acidophilus e Bifidobacterium Bifidus) e proliferazione dei batteri patogeni, quali Escherichia coli, Klebsiella, ecc., e miceti come la Candida.

La prevalenza dei batteri patogeni su quelli “amici” provoca il “dismicrobismo intestinale”, mentre una sana e regolare funzione intestinale si verifica al prevalere dei secondi sui primi.

Infine va sottolineato che anche nelle donne in menopausa risulta alterato l’ecosistema intestinale.

Come intervenire: riequilibrio della flora batterica

Conoscere, conservare o ripristinare l’equilibrio della flora batterica significa assicurare il benessere non solo dell’intestino ma di tutto l’organismo.

Per tale motivo l’impiego di integratori probiotici , microrganismi adatti a colonizzare l’intestino poiché riescono ad arrivare vivi ed attivi in tale sede inducendo il riequilibrio della flora batterica ed un effetto benefico per la salute, è diventata una prassi consolidata.

Tra microrganismi probiotici più attivi ricordiamo Lattobacillus Acidophilus e Lattobacillus Sporogene.

Gli yogurt non dovrebbero essere presi in considerazione come integratori probiotici poiché solo pochi microrganismi in essi contenuti arrivano ancora vivi nell’intestino.

L’azione dei lattobacilli probiotici sul riequilibrio della flora batterica può essere rinforzata da substrati ad attività prebiotica, quali l’inulina, considerata una fibra solubile (carboidrato complesso estratto principalmente dalla radice di cicoria) che funge da fonte nutritiva per i batteri probiotici, favorendo così l’attività positiva di questi microrganismi lungo tutto il tratto intestinale.

L’assunzione di inulina comporta uno spiccato aumento nel tratto intestinale delle presenza di Lattobacilli e Bifidobatteri ed una contemporanea massiccia diminuzione del numero dei batteri patogeni.

L’inulina quindi favorisce il riequilibrio della flora intestinale potenziandone l’attività e migliorandone il metabolismo.

L’attività sinergica dell’ inulina con i fermenti lattici probiotici, permette una più efficace attività di riequilibrio della flora batterica intestinale per il miglioramento delle difese naturali e dello stato di salute generale.

2013-04-12T10:20:37+00:00