Gli Adattogeni

>>Gli Adattogeni

Gli Adattogeni

Rafforzano i meccanismi fisiologici di adattamento dell’organismo

Appartengono a questa categoria tutti i componenti vegetali che rafforzano i meccanismi fisiologici di adattamento dell’organismo per mantenerlo nello stato di piena efficienza. Tutte le piante quindi che, come il ginseng, aumentano la resistenza alla fatica, agli stress ambientali (caldo, freddo, umiditá), agli stress psichici e migliorano le funzioni immunitarie. L’effetto di queste erbe consiste nel mantenimento di un corretto equilibrio fisiologico per non sentirsi più stanchi-distratti-apatici-indeboliti.

Tra gli “adattogeni” più attivi elenchiamo

Panax ginseng

È una pianta originaria dei Paesi orientali (Cina e Corea) le cui radici tuttavia sono presenti anche nella nostra Farmacopea Ufficiale, talora la radice può anche subire una lavorazione particolare che le conferisce una colorazione rossa, da cui il nome di ginseng rosso. È uno stimolante del sistema nervoso centrale (può dare insonnia): conferisce una maggiore resistenza alla fatica fisica e mentale, stimola la memoria ed accresce la capacità di concentrazione mentale. Modificando alcuni neurotrasmettitori centrali il Ginseng aumenta la capacità dell’individuo di rispondere alle più varie situazioni di stress.

Eleutherococcus senticosus

Noto anche come ginseng siberiano. Non appartiene alla famiglia del ginseng, anche se la parte utilizzata è la radice, ma é dotato di attività adattogena. In particolare aumenta il rendimento fisico e mentale, la resistenza alla fatica, le prestazioni fisiche nello sport, stimola la risposta immunitaria aspecifica (quella mediata dai linfociti) e possiede azione anabolica, cioè incrementa la sintesi di proteine e ormoni.

Rhodiola rosea (Sedum roseum, gold root)

Pianta asiatica di cui si utilizzano le radici, unica della sua specie ad essere dotata di proprietà adattogene con particolare incremento delle prestazioni fisiche e riduzione del tempo di recupero muscolare dopo un esercizio fisico. Aumenta la durata dell’attenzione, la capacità di apprendimento e la memoria a lungo termine. Inoltre incrementa i livelli cerebrali di serotonina e beta endorfine, risollevando il tono dell’umore, riducendo la fame nervosa e migliorando la qualità del sonno. Possiede anche proprietà antiaritmiche e immunostimolanti.
Uno studio clinico in doppio cieco condotto su un gruppo di studenti prima di esami scolastici ha dimostrato che la performance mentale dei soggetti del gruppo verum era significativamente (P<0,05) migliore di quella dei soggetti del gruppo placebo. Non sono stati notati effetti collaterali degni di nota.
Interessante il fatto che in un trial clinico su maschi affetti da impotenza sessuale moderata e da eiaculazione precoce la Rodiola ha mostrato effetti benefici, anche con incremento della sintesi di ormoni sessuali.

Maca (Lepidium meyenii Walp)

Pianta erbacea tuberosa della famiglia delle Cruciferae tipica delle montagne andine peruviane. Cresce intorno ai 4.000 m di altezza ed è abitualmente utilizzata nell’alimentazione di quelle popolazioni in quanto particolarmente ricca di proteine, AA essenziali, , Ferro, Mn, Zn, Ca, P. Contiene peraltro alcaloidi, saponine triterpeniche e steroidee, e glucosinolati.
E’ presente oggi anche in integratori e prodotti naturali utilizzati come adattogeni e ricostituenti da sportivi e convalescenti. Sperimentalmente stimola le funzioni sessuali: ricercatori peruviani hanno recentemente dimostrato che il trattamento orale con un estratto di Maca per 4 mesi ha aumentato il volume di sperma, il numero degli spermatozoi e la loro motilità senza alterare i valori ematici di LH, FSH, prolattina testosterone ed estradiolo.

2012-11-15T09:31:14+00:00